THE DORMITION OF THE MOST HOLY THEOTOKOS


“Magnify O my soul, the honourable Translation of the Mother of God from earth to heaven.”

Dormizione della Madre di Dio

Behold your Mother

Quello che fu sin dal principio, che noi abbiamo udito, che noi abbiamo visto con i nostri occhi, sul quale abbiamo guardato, e le nostre mani hanno toccato, della Parola della Vita – poiche’ la Vita si e’ manifestata, e noi l’abbiamo vista, e portiamo testimonianza, e vi mostriamo quella Vita eterna, che era con il Padre, ed a noi fu manifesta – quello che abbiamo visto e sentito noi vi annunciamo, che anche voi possiate avere sodalizio con noi: e veramente il nostro sodalizio e’ con il Padre, e con suo Figlio Gesu’ Cristo.

E vi scriviamo queste cose, che la vostra gioia possa essere piena.

Questo dunque e’ il messaggio che abbiamo udito da Lui, e vi proclamiamo, che Dio e’ luce, e non vi e’ oscurita’ alcuna in Lui. Se noi diciamo che abbiamo comunione con Lui, e camminiamo nella tenebra, noi mentiamo, e non operiamo la verita’: ma se camminiamo nella luce, com’Egli e’ nella luce, noi abbiamo comunione l’uno con l’altro, ed il sangue di Gesu’ Cristo ci purifica da ogni peccato.

Se noi diciamo che non abbiamo peccato, noi inganniamo noi stessi, e la verita’ non e’ in noi. Se noi confessiamo i nostri peccati, Egli e’ degno di fede e giusto da perdonarci i nostri peccati, e mondarci da ogni ingiustizia.

Se noi diciamo che non abbiamo peccato, noi facciamo di Lui un bugiardo, e la Sua parola non e’ in noi.

Figlioli miei, queste cose io vi scrivo, che voi non pecchiate. E se qualche uomo pecca, noi abbiamo un avvocato con il Padre, Gesu’ Cristo il giusto: ed Egli e’ la propiziazione per i nostri peccati: e non solo per i nostri, ma per quelli del mondo intero anche.

E con questo noi sappiamo che Lo conosciamo, se noi osserviamo i Suoi comandamenti. Colui che dice, io lo conosco, e non osserva i Suoi comandamenti, e’ un bugiardo, e la verita’ non e’ in lui. Ma chi osserva la Sua parola, in lui davvero l’amore di Dio e’perfezionato: da questo noi sappiamo che siamo in Lui. Colui che dice di dimorare in Lui deve anch’egli camminare cosi’, proprio come Egli cammino’.

Confratelli, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un vecchio comandamento che voi avevate dall’inizio. Il vecchio comandamento e’ la parola che avete udito sin dall’inizio. Ancora, un nuovo comandamento vi scrivo, che e’ vero in Lui ed in voi: perche’ la tenebra e’ passata, e la vera luce ora risplende. Colui che dice di essere nella luce, e odia suo fratello, e’ nella tenebra proprio fino ad ora. Colui che ama suo fratello dimora nella luce, e non vi e’ occasione in lui di inciampare. Ma colui che odia il fratello e’ nella tenebra, e cammina nell’oscurita’, e non sa dove va, perche’la tenebra ha oscurato i suoi occhi.

Io vi scrivo, figlioli, perche’ i vostri peccati vi son perdonati per amore del Suo nome. Io vi scrivo, padri, perche’ voi avete conosciuto Colui che e’ sin dal principio. Io vi scrivo, giovani uomini, perche’ voi avete sopraffatto il maligno. Io vi scrivo, figlioli, perche’ avete conosciuto il Padre.

Io vi ho scritto, padri, perche’ voi avete conosciuto Colui che e’ sin dal principio, Io vi ho scritto, giovani uomini, perche’ siete forti, e la parola di Dio dimora in voi, e avete sopraffatto il maligno.

Non amate il mondo, e neppure le cose che sono nel mondo. Se qualche uomo ama il mondo, l’amore del Padre non e’ in lui. Poiche’ tutto cio’ che e’ nel mondo, la brama della carne, e il desiderio degli occhi, e la superbia di vivere, non e’ del Padre, ma e’ del mondo. Ed il mondo svanisce, e le sue brame: ma colui che opera la volonta’ di Dio rimane per sempre.

Figlioli, e’ l’ultima ora: e come avete udito che l’anticristo verra’, anche adesso vi sono molti anticristi; per questo sappiamo che e’ l’ultima ora. Essi si separarono da noi, ma non erano dei nostri; poiche’ se fossero stati dei nostri, essi avrebbero senza dubbio continuato con noi: ma si separarono, che potesse essere reso palese che non erano tutti dei nostri.

Ma voi avete una unzione da Colui che e’ Santo, e sapete ogni cosa.

Io non vi ho scritto perche’ non sapete la verita’, ma perche’ la sapete, e che nessuna menzogna e’ della verita’. Chi altri e’ un bugiardo se non colui che nega che Gesu’ e’ il Cristo? Egli e’ l’anticristo, che nega il Padre ed il Figlio. Chiunque neghi il Figlio, quello stesso non ha il Padre: chi riconosce il Figlio ha anche il Padre.

Lasciate pertanto che quello dimori in voi, che avete udito sin dall’inizio. Se quello che avete udito dall’inizio rimarra’ in voi, anche voi continuerete nel Figlio e nel Padre. E questa e’ la promessa che Egli ci ha assicurato, proprio la vita eterna.

Queste cose vi ho scritto riguardo coloro che vi seducono. Ma la Sua unzione che voi avete ricevuto dimora in voi, e non avete bisogno che alcun uomo vi dia insegnamento: ma quella stessa unzione vi istruisce di tutte le cose, ed e’ verita’, e non e’ menzogna, e proprio come vi ha istruito, voi dimorerete in Lui.

Ed ora, figlioli, dimorate in Lui; che, quando apparira’, noi si possa aver fiducia, e non avere vergogna di fronte a Lui alla sua venuta. Se voi sapete che Egli e’ giusto, voi sapete che chiunque operi giustizia e’ nato da Lui.

Ecco, che immenso amore il Padre ci ha concesso, che noi dovremmo essere chiamati i figli di Dio: per questo il mondo non ci conosce, perche’ non ha conosciuto Lui.

Amati, adesso siamo noi i figli di Dio, e ancora non appare quello che saremo: ma noi sappiamo che, quando Lui apparira’, noi saremo come Lui; poiche’ Lo vedremo come Egli e’. Ed ogni uomo che ha questa speranza in Lui si purifica, proprio come Egli e’ puro.

Chiunque commetta peccato trasgredisce anche la legge: poiche’ il peccato e’ la violazione della legge. E voi sapete che Egli fu manifestato per togliere i nostri peccati; ed in Lui non vi e’ peccato. Chiunque dimori in Lui non pecca: chiunque commetta peccato non Lo ha visto, e nemmeno Lo conosce.

Figlioli, non lasciate che alcun uomo vi inganni: colui che opera giustizia e’ giusto, proprio com’Egli e’ giusto. Colui che commette peccato e’ del diavolo; poiche’ il diavolo pecca sin dal principio. Per questo scopo il Figlio di Dio fu manifestato, che Egli potesse distruggere le opere del diavolo. Chiunque sia nato da Dio non commette peccato; poiche’ il Suo seme rimane in lui: ed egli non puo’ peccare, perche’ e’ nato da Dio.

In questo la prole di Dio e’ manifesta, e quella del diavolo: chiunque non operi giustizia non e’ di Dio, e nemmeno colui che odia suo fratello. Poiche’ questo e’ il messaggio che voi udiste dall’inizio, che noi dobbiamo amarci l’un l’altro. Non come Caino, che era del maligno, ed uccise suo fratello. E perche’ lo uccise? Perche’ le sue proprie opere erano malvagie, e quelle di suo fratello giuste.

Non meravigliatevi, miei confratelli, se il mondo vi odia.

Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perche’ noi amiamo il confratello. Colui che non ama suo fratello rimane nella morte. Chiunque odia suo fratello e’ un assassino: e voi sapete che nessun assassino ha la vita eterna dimorante in lui. Con questo percepiamo noi l’amore di Dio, perche’ Egli depose la sua vita per noi: e noi dovremmo deporre le nostre vite per il confratello.

Ma chiunque abbia i beni di questo mondo, e veda suo fratello nel bisogno, e chiuda le sue condotte di compassione da lui, in che modo l’amore di Dio dimora in lui?

Figlioli miei, che noi non si ami in parole, o in discorsi; ma in opere e verita’. E con questo noi sappiamo che siamo della verita’, e rassicureremo i nostri cuori di fronte a Lui. Poiche’ se il nostro cuore ci condanna, Dio e’ piu’ grande del nostro cuore, e conosce ogni cosa.

Amati, se il nostro cuore non ci condanna, allora abbiamo noi confidenza verso Dio. E qualunque cosa chiediamo, noi la riceviamo da Lui, perche’ osserviamo i Suoi comandamenti, e facciamo quelle cose che sono piacevoli alla Sua vista.

E questo e’ il Suo comandamento, che noi dobbiamo credere nel nome di Suo Figlio Gesu’ Cristo, ed amarci l’un l’altro, come Egli ci comando’. E colui che osserva i Suoi comandamenti dimora in Lui, ed Egli in lui. E con questo noi sappiamo che Egli dimora in noi, dallo Spirito che Egli ci ha dato.

Amati, non credete in ogni spirito, ma controllate gli spiriti se essi siano da Dio: perche’ molti falsi profeti sono andati fuori nel mondo. Con questo voi riconoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito che confessa che Gesu’ Cristo e’ venuto nella carne e’ di Dio; ed ogni spirito che non confessa che Gesu’ Cristo e’ venuto nella carne non e’ di Dio; e questo e’ quello spirito dell’anticristo, del quale avete udito che deve venire; e proprio ora e’ gia’ nel mondo.

Voi siete di Dio, figlioli, e li avete sopraffatti: perche’ piu’ grande e’ Colui che e’ in voi, di colui che e’ nel mondo. Essi sono del mondo: pertanto parlano del mondo, ed il mondo li ascolta. Noi siamo di Dio: colui che conosce Dio ascolta noi; colui che non e’ di Dio non ci ascolta. Con questo noi conosciamo lo Spirito di verita’, e lo spirito dell’errore.

Diletti, amiamoci l’un l’altro: poiche’ l’amore e’ di Dio; e chiunque ami e’ nato da Dio, e conosce Dio. Colui che non ama non conosce Dio; poiche’ Dio e’ amore. In questo fu manifestato l’amore di Dio verso di noi, perche’ Dio invio’ il Suo unigenito Figlio nel mondo, che noi potessimo vivere per mezzo Suo. Qui e’ l’amore, non che noi amammo Dio, ma che Egli amo’ noi, ed invio’ Suo Figlio per essere la propiziazione per i nostri peccati.

Diletti, se Dio ci ha cosi’ amati, anche noi dovremmo amarci l’un l’altro. Nessun uomo ha mai visto Dio. Se noi ci amiamo l’un l’altro, Dio dimora in noi, ed il Suo amore e’ perfezionato in noi. Con questo noi sappiamo che noi dimoriamo in Lui, e Lui in noi, perche’ Egli ci ha dato del Suo Spirito. E noi abbiamo visto e testimoniamo che il Padre invio’ il Figlio per essere il Salvatore del mondo.

Chiunque confessera’ che Gesu’ e’ il Figlio di Dio, Dio dimora in lui, ed egli in Dio. E noi abbiamo saputo e creduto nell’amore che Dio ha per noi. Dio e’ amore; e colui che dimora nell’amore dimora in Dio, e Dio in lui. Qui e’ il nostro amore reso perfetto, che noi si possa avere confidenza nel giorno del giudizio: perche’ come Egli e’, cosi’ siamo noi nel mondo. Non vi e’ paura nell’amore; ma l’amore perfetto scaccia la paura: perche’ la paura ha tormento. Colui che ha paura non e’ reso perfetto nell’amore. Noi Lo amiamo, perche’ Egli per primo ha amato noi.

Se un uomo dice, io amo Dio, e odia suo fratello, egli e’ un bugiardo: poiche’ colui che non ama suo fratello che ha visto, come puo’ amare Dio che non ha visto?

E questo comandamento noi abbiamo da lui, che chi ama Dio ama anche suo fratello.

Chiunque creda che Gesu’ e’ il Cristo e’ nato da Dio: e chiunque ami Colui che ha generato ama anche Colui che da Lui e’ generato. Da questo noi sappiamo che amiamo la prole di Dio, quando noi amiamo Dio, ed osserviamo i Suoi comandamenti. Poiche’ questo e’ l’amore di Dio, che noi osserviamo i Suoi comandamenti: ed i Suoi comandamenti non sono pesanti. Poiche’ qualsiasi nasca da Dio vince il mondo: e questa e’ la vittoria che sconfigge il mondo, proprio la nostra fede.

Chi e’ colui che vince il mondo, se non colui che crede che Gesu’ e’ il Figlio di Dio?

Egli e’ Colui che venne con acqua e sangue, proprio Gesu’ Cristo; non solo con acqua, ma con acqua e sangue. Ed e’ lo Spirito che porta testimonianza, perche’ lo Spirito e’ verita’.

Poiche’ ci sono Tre che reggono la supremazia in Cielo, il Padre, la Parola, e lo Spirito Santo: e questi Tre sono Uno. E ci sono tre che portano testimonianza in terra, lo spirito, e l’acqua, ed il sangue: e questi tre concordano in uno.

Se noi accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio e’ piu’ grande: poiche’ questa e’ la testimonianza di Dio che Egli ha dato di Suo Figlio. Colui che crede nel Figlio di Dio ha la testimonianza in se’ stesso: colui che non crede in Dio ha fatto di Lui un bugiardo; perche’ egli non crede la testimonianza che Dio diede di Suo Figlio. E questa e’ la testimonianza, che Dio ci ha dato la vita eterna, e questa vita e’ in Suo Figlio. Colui che ha il Figlio ha vita; e colui che non ha il Figlio di Dio non ha vita.

Queste cose ho scritto a voi che credete nel nome del Figlio di Dio; che voi possiate sapere che avete vita eterna, e che possiate credere nel nome del Figlio di Dio. E questa e’ la fiducia che noi abbiamo in Lui, che, se chiediamo qualsiasi cosa secondo il Suo volere, Egli ci ascolta: e se noi sappiamo che ci ascolta, qualsiasi cosa chiediamo, noi sappiamo che avremo le petizioni che da Lui desideriamo.

Se qualche uomo vede suo fratello commettere un peccato che non e’ mortale, chiedera’, ed Egli gli concedera’ vita per coloro che peccano non mortalmente. C’e’ un peccato che conduce alla morte: io non dico che lui preghera’ per quello.

Ogni ingiustizia e’ peccato: e c’e’ un peccato che non conduce alla morte.

Noi sappiamo che chiunque sia nato da Dio non pecca; ma colui che e’ nato da Dio controlla se’ stesso, ed il maligno non puo’ toccarlo. E sappiamo che noi siamo da Dio, ed il mondo intero giace nel male. E sappiamo che il Figlio di Dio e’ venuto, e ci ha dato comprensione, che noi si possa conoscere Colui che e’ vero, e noi siamo in Colui che e’ vero, proprio in Suo Figlio Gesu’ Cristo. Questo e’ il vero Dio, e la vita eterna.

Figlioli, guardatevi dagli idoli. Amen.

P.S. – Dialogue between an Orthodox and a cretin.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: