CAPISCI TU QUELLO CHE LEGGI?


DUBBI

Non è consigliabile mettersi a leggere per conto proprio, soprattutto il Vecchio Testamento (e la Rivelazione di San Giovanni), che sono al di fuori della portata di comprensione spirituale di chiunque vi si avventuri senza guida.

E’ proprio il Vecchio Testamento che mi imbarazza oltre ogni cosa, perche’ ho provato a leggerlo prima. Davvero non capisco cosa c’entra un ammasso di storie di violenze, massacri, spargimenti di sangue in abbinamento con delle regole di alimentazione che sembrano fatte da un gourmet mentalmente malato con l’Insegnamento di Cristo, e come puo’ questo andare insieme anche ai dieci Comandamenti? Che sono al di fuori della portata di comprensione, sono d’accordo, ma di quale spirito parli? E’ questo forse uno dei casi quando la persona viene chiamata a credere contemporaneamente a due cose diametralmente opposte e apparentemente non collegabili?

CHIARIMENTI

Questa e’ un’obiezione del piffero, ed e’ vecchia come il cucco. E’ stata usata dai nemici di Dio sin dal XVIII secolo per negarne l’esistenza (almeno nella forma della Persona Trinitaria che si e’ rivelata con l’Incarnazione di Cristo; ogni altra forma per loro va bene, essendo solo una delle tante maschere di chi li possiede).

Ancora oggi viene usata da tutta la moderna compagnia berciante di idioti scientificamente certificati per lo stesso fine, e viene ripetuta a pappagallo da sedicenti cristiani che NON SANNO NULLA di Cristo.
Tutto quello che sanno e’ quello che si immaginano nelle loro testoline vanitose per soddisfare le loro passioni o i loro desideri; in ultima analisi, per auto-giustificarsi. Non sapendo nulla di Cristo, e’ chiaro che non capiscano il nesso indissolubile tra Cristo ed il Vecchio Testamento, che e’ una lunghissima e tormentata preparazione all’Incarnazione del Messia in adempimento della promessa fatta ad Abramo.
E’ altrettanto chiaro che non riescano a capire che una enorme parte del Vecchio Testamento e’ semplicemente una descrizione di avvenimenti, di cio’ che e’ accaduto nella storia di un popolo scelto, poiche’ discendente nella carne da Abramo, la cui FEDE e’ la fonte di ogni benedizione per ogni nazione, per tramandare quella fede ed essere il veicolo mondano di Cristo, per dargli carne e sangue nella persona della Santissima Vergine e per essere il primo chiamato alla nuova e salvifica alleanza.
Tutta questa storia, una storia di continue cadute ed apostasia e continuo ritorno in penitenza ai precetti di Dio fino alla divisione finale in coloro che accettarono il Messia e coloro che lo rifiutarono, ribellandosi a Dio e pretendendo nella loro pazzia di sostituirsi a Lui, NON HA ALCUN VALORE PRESCRITTIVO.
Per quanto riguarda i tanti precetti della legge di Mose’, alimentari e di comportamento in generale, essi erano ritenuti evidentemente necessari dalla divina sapienza per tenere a freno le passioni di uomini e donne che prima della Rivelazione Trinitaria e senza la mediazione di Cristo non avevano il potere di farlo per Grazia, grazie cioe’ allo Spirito Santo che agisce nel mondo attraverso Cristo, che e’ la Parola di Dio. Mancando questo, essi dovevano essere tenuti in riga, per cosi’ dire, per mantenere la santificazione necessaria (ogni privazione accettata in nome di Dio santifica) e rimanere il popolo nel cui grembo si sarebbe incarnato il Figlio di Dio, il Messia.
Tutti questi precetti sono stati quasi totalmente dismessi da Cristo, che e’ l’adempimento della Legge (e ha confermato tutti i Comandamenti), e dagli Apostoli e dai Padri della Chiesa, attraverso i quali parla lo Spirito Santo, in quanto non piu’ necessari per i Cristiani, che si nutrono direttamente di Cristo nei Misteri della Sua Chiesa, il Corpo di Cristo, la Sua Sposa fedele.
Ed e’ solo lo Spirito Santo che da’ comprensione, la vera conoscenza. Tutta la conoscenza del mondo non serve a nulla per la conoscenza di Dio (cio’ che Egli si degna di rivelarci). E solo la conoscenza di Dio ti fa conoscere il mondo.
Questa comprensione spirituale, questo discernimento nello Spirito, e’ possibile solo in Cristo, e quindi solo nell’istituzione che ci ha lasciato, dopo la Sua Ascensione al Padre, per istruirci e guidarci verso la salvezza fino a quando Egli verra’ di nuovo, stavolta nella Sua Gloria, per giudicare i vivi ed i morti e regnare in eterno su nuovi cieli ed una nuova terra: quell’istituzione e’ la Chiesa.
Questi sono dei passi delle Scritture presi dalla lettura stabilita per oggi:
Therefore, since we have such hope, we use great boldness of speech— unlike Moses, who put a veil over his face so that the children of Israel could not look steadily at the end of what was passing away. But their minds were blinded. For until this day the same veil remains unlifted in the reading of the Old Testament, because the veil is taken away in Christ. But even to this day, when Moses is read, a veil lies on their heart. Nevertheless when one turns to the Lord, the veil is taken away.
2 Cor 3, 12-16

Now an angel of the Lord spoke to Philip, saying, “Arise and go toward the south along the road which goes down from Jerusalem to Gaza.” This is desert. So he arose and went. And behold, a man of Ethiopia, a eunuch of great authority under Candace the queen of the Ethiopians, who had charge of all her treasury, and had come to Jerusalem to worship, was returning. And sitting in his chariot, he was reading Isaiah the prophet. Then the Spirit said to Philip, “Go near and overtake this chariot.”

So Philip ran to him, and heard him reading the prophet Isaiah, and said, “Do you understand what you are reading?”

And he said, “How can I, unless someone guides me?” And he asked Philip to come up and sit with him. The place in the Scripture which he read was this:

“He was led as a sheep to the slaughter;
And as a lamb before its shearer is silent,
So He opened not His mouth.
In His humiliation His justice was taken away,
And who will declare His generation?
For His life is taken from the earth.”

So the eunuch answered Philip and said, “I ask you, of whom does the prophet say this, of himself or of some other man?” Then Philip opened his mouth, and beginning at this Scripture, preached Jesus to him. Now as they went down the road, they came to some water. And the eunuch said, “See, here is water. What hinders me from being baptized?”

Then Philip said, “If you believe with all your heart, you may.”

And he answered and said, “I believe that Jesus Christ is the Son of God.”

So he commanded the chariot to stand still. And both Philip and the eunuch went down into the water, and he baptized him. Now when they came up out of the water, the Spirit of the Lord caught Philip away, so that the eunuch saw him no more; and he went on his way rejoicing. But Philip was found at Azotus. And passing through, he preached in all the cities till he came to Caesarea.

Acts 8, 26-40

 

La comprensione spirituale e’ data solo in Cristo (e la Sua Chiesa). Non e’ per caso che la Chiesa non prescrive letture del Vecchio Testamento nel calendario giornaliero liturgico e di preghiera, se non in rari casi e solo dai Profeti, dai Proverbi, dai Salmi e dalla Genesi (che anche ad una lettura superficiale testimoniano di Cristo), ne’ della Rivelazione di San Giovanni; cio’ accade proprio perche’ non sono letture adatte a chi non ha sviluppato ancora pienamente quella comprensione (oltre che per il fatto che la Vecchia Alleanza e’ adempiuta e superata in Cristo). Per lo stesso motivo, la Chiesa prescrive di essere guidati costantemente dai Padri nella lettura ed interpretazione di tutte le Sacre Scritture; per evitare il tragico fato dei papisti e dei protestanti, che hanno rimesso il velo sui loro occhi ed accecato di nuovo il loro cuore, e hanno perso la comprensione cristiana, la conoscenza di Cristo.

A Cristo appartengono solo coloro che gli si affidano in fede, totalmente, come dei bambini. Nelle Sue stesse parole, a meno che non diventiamo come bambini, dandogli la mano con completa fiducia e lasciandoci guidare, crocifiggendo la nostra mente e ringraziando per ogni cosa, non entreremo nel Regno dei Cieli.

Luke 10, 21

In that hour Jesus rejoiced in the Spirit and said, “I thank You, Father, Lord of heaven and earth, that You have hidden these things from the wise and prudent and revealed them to babes. Even so, Father, for so it seemed good in Your sight.

Anche questo verso e’ preso dalle letture scritturali di oggi. Credi che sia un caso che le letture scritturali di oggi riguardino e rispondano esattamente ai dubbi che tu hai posto ieri? Ebbene, ti posso assicurare che con l’Onnipotente e l’Onnisciente NON ESISTONO COINCIDENZE!

In questo mondo bisogna viverci, non appartenerci. Questo mondo non ha risposte da dare. Smetti di cercare Cristo tra i suoi nemici o tra gente che e’ accecata dalla loro velenosa propaganda. Cerca la Verita’ (Giovanni 14, 6) dove si trova: nella Sua Chiesa.

Che Dio ci aiuti!

Saturday October 24, 2015 / October 11, 2015

The Scripture Readings

2 Corinthians 3:12-18
Luke 5:27-32
Acts 8:26-39 Apostle
Luke 10:1-21 Apostle

Holy Apostle Philip of the Seventy, one of the seven deacons (1st c.).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: