FESSERIE


Gent.mo Staff, vi ringrazio se mi potete dare una risposta rapida su un dubbio che è venuto a me e a mia moglie, perchè vorremmo sapere cosa fare.
Abbiamo letto di una cosa detta in un sito venuto citato su Faceb., che la miscela di retinoidi è “teratogena” e che le donne che vogliono avere un figlio non devono farne uso 18 mesi prima del concepimento: ma è mai possibile? Addirittura si dice che sarebbe stato lo stesso prof. Di Bella a dirlo.

Grazie mille per la risposta, siamo in apprensione perchè la prendiamo da quasi un anno (farmacia:…omissis) e vorremmo avere un altro figlio.

*****

 

Eccoci qua. Quando leggiamo fesserie di simile portata ci prude il mouse….ma ci prudono anche i piedi.

Che il gruppo A sia potenzialmente teratogeno, quantomeno in dosaggi massicci, è cosa nota. Teratogeno ha una etimologia greca: teratos  (tèratos) significa ‘mostro’; Γένεσις (genesis), creazione, nascita. In parole povere, una sostanza teratogena può portare a malformazioni del feto. Quindi: occorre che il feto ci sia di già……!

Questa la prima fesseria.

La seconda è che il gruppo A contenuto nella Soluzione di retinoidi costituisce appena lo 0,3% del volume totale (la vit. A lo 0,05%), con una equivalenza in U.I. (Unità Internazionali) che, anche nei dosaggi massimi adottati in caso non di prevenzione, ma di terapia oncologica, è ampiamente al di sotto dei limiti concordemente fissati quale dosaggio massimo giornaliero per uso ininterrotto!

La terza, che un eventuale pregiudizio potrebbe aversi in caso di un concepimento, già in corso, relativamente avanzato.

La quarta – ai profani sfuggono le cose più elementari – che non vengono qui assunti retinoidi da soli, ma retinoidi disciolti in vit. E! E la vit. E aiuta, e non poco, madre e bambino.

La quinta, che il Prof. Luigi Di Bella non si è mai sognato, nemmeno lontanamente, di parlare di questi fantomatici 18 mesi! Anzi, in occasione di una riunione nella sede dell’Aian Modena, rispose ad una domanda specifica in tal senso che “in caso di stato interessante, é meglio sospendere i retinoidi. Si possono riprendere dopo il parto, e, per prudenza, finito il periodo di allattamento“. (registrazione audio).

In conclusione: a ognuno il suo mestiere. Uno scienziato può essere un pessimo giornalista (e bisogna vedere se costituirebbe nota negativa o positiva…), ma un giornalista non ha alcuna possibilità di essere un medico attendibile.

Quindi, assoluta tranquillità: la signora può serenamente assumere i suoi retinoidi a scopo preventivo. Questi non solo non potranno nuocere al nascituro, ma apporteranno i seguenti concreti benefici: a) favorire la fertilità b) potenziare fisiologicamente le difese immunitarie c) favorire l’eutrofia dei tessuti della futura mamma.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: