A PROPOSITO DI ALTRI VERMI


Caro staff, volevo una vostra opinione su una cosa che è venuta fuori in alcuni commenti, anche su facebook mdb. E’ vero che il mdb può provocare diabete e fare cadere i capelli? A me sembra molto strano perché a me (sono in cura da due anni e sto bene) non è successo niente del genere e nemmeno a malati con i quali mi sento spesso.

Grazie per una risposta perché la cosa interessa molti. Siete il nostro punto di riferimento!

*****

Si tratta di una sciocchezza, apoteosi della sprovvedutaggine, diffusa ad arte. Circa gli inventori, l’unico dubbio è se siano più mascalzoni che insulsi o più insulsi che mascalzoni. Nell’impossibilità di sciogliere l’angoscioso dilemma, optiamo per un “anaparti” (50% insulsi e 50% mascalzoni).

Si tratta di azioni talmente basse e meschine da non poter essere compiute da personaggi con posizioni altolocate (che così si comprometterebbero, facendo pubblicamente la figura di sciacalli e di somari), ma commissionate a squallidi figuri pronti a tutto pur di acquisire un minimo di notorietà, salire qualche scalino gerarchico, avere un’ala protettrice in caso di disavventure giudiziarie. Da che mondo è mondo, i capi-clan non si sporcano mai le mani, facendole sporcare alla servitù.

Volendo abbassarsi – solo per il superiore fine della serenità dei pazienti – a confutare le stupidaggini dette:

  • 1) Una cosa sono i valori glicemici, un’altra il diabete
  • 2) Gli unici componenti Mdb che possono incidere in qualche modo sulla glicemia sono somatostatina ed octreotide
  • 3) L’eventuale perdita di capelli è episodica, limitata, temporanea, reversibile, ed è da attribuire unicamente ad uno dei due antiblastici usati nel Mdb nella prima fase della terapia.
Il diabete, nelle sue diverse tipologie, è una malattia caratterizzata da insufficiente o assente produzione di insulina, la quale a sua volta provoca un innalzamento: a) elevato; b) costante, della glicemia.

Le cause iatrogene (indotte cioè da farmaci) del diabete sono state individuate e descritte (esistono monografie consultabili da chiunque, nelle cui pagine NON figurano mainé somatostatina né octreotide, né alcun altro componente del Mdb!). Tra le più frequenti cause iatrogene descritte, la parte del leone è occupata dal prolungato impiego di cortisonici, che scorrono a fiumi nella medicina generale ed in quella oncologica!

 

Ma un’altra causa individuata e ormai notoria (tranne che tra gli animali da soma), dovrebbe richiamare la nostra attenzione: l’iperproduzione dell’ormone somatotropo (GH)…..
Va da sé che essendo somatostatina ed analoghi – così insegnano fisiologia e neuroendocrinologia – inibitori del GH,il loro uso può casomai combattere e non provocare il diabete!!! Il discorso potrebbe fermarsi anche qui, essendo già palese la disonesta pretestuosità e dolosità delle affermazioni riferite.
Un argomento collaterale di qualche novello Sancio Panza consiste nello sciorinamento di effetti collaterali da foglietto illustrativo. Nell’ambito dell’insulsaggine, questo è sicuramente un esempio di coerenza. Per chiarezza, ricopiamo qui di seguito un estratto dal foglietto illustrativo del più popolare (e blando) analgesico (prevalentemente usato in caso di cefalea):

 

“…In pazienti asmatici il prodotto deve essere utilizzato con cautela …la somministrazione del farmaco dovrebbe essere sospesa nelle donne che hanno problemi di fertilita’ o che sono sottoposte a indagini sulla fertilita’…effetti cardiovascolari e cerebrovascolari: studi clinici e dati epidemiologici suggeriscono che l’uso di (omissis), specialmente ad altidosaggi (2400 mg/die) e per

trattamenti di lunga durata, puo’ essere associato ad un modesto aumento del rischio di eventi trombotici arteriosi (p.es. infarto del miocardio o ictus)…. Emorragia gastrointestinale, ulcerazione e perforazione…sono state riportate emorragia gastrointestinale, ulcerazione e perforazione, che possono essere fatali. …cautela nei pazienti con una storia di malattia gastrointestinale (colite ulcerosa, morbo di Crohn) poiche’ tali condizioni possono essere esacerbate. Cautela e’ richiesta prima di iniziare il trattamento nei pazienti con anamnesi positiva per ipertensione e/o insufficienza cardiaca poiche’ in associazione al trattamento con i FANS sono stati riscontrati ritenzione di liquidi, ipertensione ed edema. Gravi reazioni cutanee alcune delle quali fatali, includenti dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi tossica epidermica, sono state riportate molto raramente… nelle prime fasi della terapia i pazienti sembrano essere a piu’ alto rischio: l’insorgenza della reazione si verifica nella maggior parte dei casi entro il primo mese di trattamento.

Il medicinale deve essere interrotto alla prima comparsa di rash cutaneo, lesioni della mucosa o qualsiasi altro segno di ipersensibilita’…
Effetti indesiderati..possono verificarsi ulcere peptiche, perforazione o emorragia gastrointestinale, a volte fatale, in particolare negli anziani. Dopo somministrazione del prodotto sono stati riportati: senso di peso allo stomaco, nausea, vomito, diarrea, flatulenza, costipazione, dispepsia, dolore addominale, melena, ematemesi, stomatiti ulcerative, esacerbazione di colite e morbo di Crohn. Meno frequentemente sono state osservate gastriti. Effetti cardiovascolari. In associazione al trattamento con i FANS sono stati riportati edema, ipertensione e insufficienza cardiaca”.  ECC. ECC.

Come si suol dire, ci sarebbe da spararsi a tener conto di quanto riportato. In realtà, a parte casi rari, un uso senza eccessi non presenta problemi di un qualche rilievo. Immaginiamo come avrebbe trasformato le cose il nostro Sancio:
“Provoca l’asma, provoca aborti, infarti ed ictus, ulcera, emorragie gastrointestinali, perforazione dell’intestino; fa venire il morbo di Crohn, provoca ipertensione ed edema, reazioni cutanee mortali, lesioni delle mucose, nausea, vomito, diarrea, flatulenza, mal di pancia, colite”.
Indipendentemente dal fatto che la somatostatina sia una sostanza fisiologica (e l’octreotide un suo analogo di sintesi), basterebbe leggere il foglietto illustrativo di un qualsiasi farmaco dell’Informatore Farmaceutico per sentirsi gelare il sangue nelle vene. E certe volte a ragione. Ma non nel caso del blando analgesico.

 

Dove sta “il trucco” della catastrofica presentazione del suddetto Sancio? Semplicemente nel fatto che, per legge, occorre elencare controindicazioni ed effetti indesiderati, rari o meno rari che siano. Basta omettere che questi riguardano limitate categorie di assuntori, non precisare che si riferiscono al concomitante uso di altri farmaci od a patologie particolari, e, soprattutto, non avvertire che si tratta di effetti rari/rarissimi, per parificare un farmaco al cianuro.
Passiamo ora – a proposito di foglietti illustrativi – alla “grande imputata”. Non senza avere osservato la curiosissima differenza nelle indicazioni: la somatostatina servirebbe solo in caso di:

 

“Gravi emorragie acute del tratto gastroenterico superiore (emorragie da ulcere gastriche, duodenali e gastroduodenali, gastriti emorragiche,varici esofagee).
Trattamento profilattico delle complicazioni postoperatorie conseguenti ad interventi sul pancreas. Trattamento dellefistole pancreatiche e delle pancreatiti acute. Trattamento coadiuvante della chetoacidosi diabetica”.

Del ruolo fondamentale, pluriconsacrato da una letteratura scientifica che rimonta ormai al 1976 e dal premio Nobel conferito nel 1977 ad Andrew Victor Schally e Roger Guillemin, e cioè l’inibizione dell’ormone della crescita, nessun cenno!!! Che – udite udite!!! – compare invece sub “categoria farmacoterapeutica” nell’octreotide: “inibitoredell’ormone della crescita”!

Così ha deciso S.E.G. (Sua eminenza grigia), padrone della farmacologia nazionale nonché plenipotenziario di Big Pharma in Italia, al quale il padrone del padrone del Sancio è particolarmente devoto; e che può a suo piacimento oscurare o meno verità fisiologiche sulle quali nessuno, nemmeno il più fazioso medico, potrebbe discutere. E questa è scienza……??!!??

Ma non è tutto qui. Ascoltate. L’octreotide, analogo della somatostatina, siccome rende parecchio (specie in formulazione Lar) ed è prodotto da una delle più grosse multinazionali del farmaco, acquista, per bacchetta magica, virtù che la madre somatostatina non avrebbe:

“Trattamento delle sindromi da tumori endocrini gastro-entero-pancreatici in particolare: carcinoidi (sindrome del carcinoide); VIPomi; glucagonomi; Gastrinomi / sindrome di Zollinger-Ellison (eventualmente in associazione con farmaci anti-H2, con o senza antiacidi); Insulinomi (per la prevenzione delle crisi ipoglicemiche pre-intervento e terapia di mantenimento); GRFomi. Per il trattamento sintomatico e la riduzione dei livelli plasmatici di GH e Somatomedina-C…”.

Non stropicciatevi gli occhi: questa, nel nostro paese, viene chiamata scienza!!!!
E ora riportiamo i terrificanti….effetti nocivi della somatostatina:
“Puo’ causare transitorio senso di nausea, talora con vomito, vertigini e calore al volto. Cio’ si verifica soprattutto quando il farmaco e’iniettato per via endovenosa troppo rapidamente e non durante infusione continua. Raramente e’ stata segnalata ipotensione ortostatica, ovviabile praticando l’iniezione a paziente supino. E’ stata segnalata la possibilita’ che la somministrazione di Somatostatina per bolo endovenoso possa dare luogo ad arresto respiratorio. Sono stati segnalati, inoltre vomito, diarrea e dolori addominali, ipersecrezione di rimbalzo di ormone della crescita e altri ormoni dopo l’interruzione del trattamento e, meno frequentemente, ridotta tolleranza al glucosio, aritmia, iponatremia…”.

Quindi: nessuna azione pro-diabete…..nessuna azione sulla caduta dei capelli….nessun effetto indesiderato se viene somministrata sotto cute (non per via endovenosa) e tramite “infusione continua”!

E gli effetti da Chernobyl dell’octreotide? Se li cercherete, rimarrete delusi:

“Le reazioni avverse piu’ comunemente segnalate durante gli studi clinici con il farmaco sono state diarrea, dolore addominale, flatulenza e dolore localizzato al sito di iniezione o irritazione. Effetti indesiderati a carico dell’apparato gastrointestinale di natura intermittente possono insorgere in circa il 10% dei pazienti, ma di solito diminuiscono continuando il trattamento. In rari (ns sottolineatura) casi gli effetti indesiderati a carico dell’apparato gastrointestinale possono presentare le caratteristiche di un’occlusione intestinale acuta, con progressiva distensione addominale, grave dolore in sede epigastrica, tensione addominale e reazione di difesa addominale”.

E allora? Dove sono la caduta dei capelli e il diabete? Il testo, dopo avere fatto una premessa sul concetto di effetti indesiderati rari/episodici e no, continua (aspettate, non tutto è perduto):

“Alterazioni del sistema endocrino: molto raro: ipoglicemia, iperglicemia”.

Ma come? Può anche far abbassare la glicemia? E allora col diabete come si fa? Sta a vedere che Sancio ha fatto una figura di m…inchione!

“…Alterazioni dell’apparato gastrointestinale: comune: diarrea, dolori addominali crampiformi, stipsi, flatulenza; raro: steatorrea, nausea, vomito, gonfiore addominale…”.

C’è da disperarsi e strapparsi i capelli per la mancata citazione della perdita dei capelli. Ma ecco….aspettate…deo gratias, deo gratias, eccolo qua che ve lo spaparanzo:

“…non comune: perdita transitoria dei capelli”.

Ma come? E che, tutto qua? “non comune”?….”transitoria”?…o che tu mi fai, padre-padrone? Perché non gli hai fatto togliere quel “raro” che mi rovina la reputazione!!!!

Non senza avere doverosamente notato come anche queste modeste e rare sintomatologie avverse scompaiono o si ridimensionano ulteriormente con l’infusione temporizzata, possiamo avviarci alla conclusione.

Senza voler strapazzare ulteriormente i poveri somarelli, è palese la truffa, la malafede e l’insulsaggine delle affermazioni che creavano preoccupazione nei lettori. Non avendo argomenti, d’altronde, il farabutto li inventa. E cosa aspettarci da individui che, con nostra stupìta sorpresa, hanno conseguito una laurea in medicina, e arrivano a bruttare (ulteriormente) il proprio camice perdendosi in meschinità? Non è squalificante iscriversi (con dati taroccati) a FB-Mdb per cercare di contattare privatamente malati, terrorizzarli, dissuaderli dal continuare in una cura che sta loro giovando?

Cose che succedono nel nostro tempo e nel nostro paese e che ci confermano sempre più nell’idea che forse il torto lo abbiamo noi: sì, quello di essere nati in un’epoca sbagliata ed in un paese sbagliato.

Un caro saluto

 

ADB 
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: