MISCELLANEA


Buongiorno a tutti. Nel gruppo Facebook dedicato al supporto e informazioni per pazienti MdB leggo che è possibile sostituire la Vitamina C (galenica) con il Cebion. La mia curiosità è: al di là della diversità di costo, questa sostituzione può avvenire in toto e per tutta la durata della cura oppure ha delle controindicazioni in termini di efficacia?L’acido ascorbico che alcune volte viene pronunciato (o scritto) è nello specifico la forma, o una forma, della Vitamina C (quindi Cebion o galenico) oppure sono due cose differenti?La forma galenica (è in polvere? Se sì c’è una marca migliore di un’altra?) deve prescriverla un medico oppure è alla stregua di un medicinale da banco?Infine alcune mie semplici osservazioni.
In un precedente intervento il Sig. Nivel riportava l’outing del Signor Veronesi. Personalmente non credo che quelle cose le abbia dette Veronesi. Ora che si sono costruiti un impero e hanno praticamente (quasi) tutto sottomano andava a rompere il giocattolo con simili dichiarazioni? Non credo proprio.
L’unica cosa che si è rotta in questi giorni è il dirigibile delle sue pubblicità sulla raccolta fondi cascato in una zona di Milano, ma rimangono ancora presenti quelle di una macchina di casa Francese di color rosa. La prossima tornata riguarderà arance, fichi secchi e verdure.Mi piacerebbe, invece, che il vero outing lo facesse il personale infermieristico all’epoca della sperimentazione: uso delle temporizzate (ammesso che ci siano state, non credo che all’epoca distribuirono circa 1000 temporizzate!), rispetto degli orari delle somministrazioni, numero delle somministrazioni, quanti e quali farmaci dovevano somministrare, numero di persone decedute PRIMA di iniziare la sperimentazione e se queste persone sono rientrate come tra quelle che hanno fatto la terapia quindi nelle % farlocche del Ministero e via discorrendo.Sempre in un precedente intervento, invece, la Sig.ra Loredana da Bari dichiarava di essere arrabbiata per il video che ha riportato e delle stupidaggini in esso contenuto. La Sig.ra Loredana non dovrebbe meravigliarsi di ciò tant’è che se andiamo a leggere in basso al video troviamo:

” […] pagina ideata e creata da Paola Dama, dottore di ricerca in oncologia molecolare al Comprehensive Cancer Center in Ohio”.

Il Comprehensive Cancer Center in Ohio non vi ricorda nulla? Ebbene si, per la serie “a volte ritornano” è l’Istituto dove lavora lo scopritore di acqua calda di cui avete parlato qualche settimana fa con il titolo, presumo ironico, “Grandi scoperte” e che trovo tradotto in inglese a questo indirizzo con alcuni riferimenti e immagini allegati.

http://beatingcancercenter.com
/2012-11-24-22-19-50/editorial/202-great-discoveries.html

Distinti saluti

*****

Circa il primo quesito: il Cebion è acido ascorbico. Assumere, a parità di posologia, la specialità o l’acido ascorbico sfuso è solo questione di preferenze personali ed economica (il prodotto sfuso costa di meno). Ovviamente occorrerà ritirarlo presso farmacia galenica accreditata. Vi sono diversi produttori in grado di offrire acido ascorbico di elevata qualità (ad esempio Roche).

Circa le affermazioni attribuite al noto oncologo, pare proprio non vi siano dubbi sulla loro paternità. Passando alla faccenda del dirigibile: le battute lepide se le attira di prepotenza. Molti hanno colto un odore di megalomania pubblicitaria nel grosso dirigibile-questua, e diverse mail giunteci contenevano commenti irriferibili. Qualcuno ha riflettuto sul fatto che il dirigibile è pieno di gas e vuoto di contenuti; altri che lo sbandamento e l’inglorioso dirigibil-naufragio sembrava un segno premonitore. Noi abbiamo invece colto una differenza sostanziale tra realtà e metafora: il salsiccione pubblicitario non ha provocato vittime. Infine: che ci sia qualche preconizzante analogia con la sorte dell’Hindenburg?

Circa il suo accenno alla sperimentazione, si rendono obbligatorie alcune precisazioni. Nella quasi totalità dei casi somatostatina od octreotide vennero inoculati senza temporizzatore, ma con intramuscolo lenta (qualche minuto…). Quanti si sono sempre sentiti raccomandare mille attenzioni (cena leggera, stacco di due ore e mezzo/ tre tra fine cena e inizio infusione, tempi di infusione di 8-10-12 ore, gradualizzazione della posologia eccetera) possono meglio di altri immaginare le nausee, i contati di vomito, i disturbi addominali provocati da queste prassi sbrigative ed irrispettose delle istruzioni formalizzate, per giunta in poveri ammalati reduci dalle sofferenze del male e dai precedenti trattamenti, spesso allettati od in grado di muoversi a stento. Per tacere del grave pregiudizio all’attività farmacologica.

Dei farmaci somministrati si sa che furono tre – in qualche caso quattro – sugli almeno 8-10 del Mdb prescritti usualmente dal Prof. Luigi Di Bella e riportati in un suo schema autografo protocollato. Diversi pazienti morirono subito dopo l’arruolamento e prima dell’inizio della “cura”. I deceduti  oltre 24h dopo l’inizio della cura concorsero alla formulazione delle statistiche. Ma basta rileggere le nostre recenti discussioni sull’argomento per avere maggiori ragguagli.

Circa le esternazioni di certi plagiatori, vera “croce” della medicina…., non vale soffermarsi ancora. Dovrebbe farlo qualche Procura. Lo ripetiamo: chi disprezza copia…..

Con l’occasione non possiamo che esprimere apprezzamento e riconoscenza per coloro che hanno dato vita al sito beatingcancer, la cui consultazione raccomandiamo a tutti.

Un cordiale saluto

STAFF D.B.I.

==========================================

Una interessante intervista del dottor Giuseppe Di Bella sul metodo di cura tumorale ideato dal padre Luigi.

E’ un po’ datata, ma si rivela molto utile per chi volesse comprendere i presupposti ed il razionale del Metodo, senza oberare di lavoro supplementare i medici prescrittori (che gia’ ne hanno fin sopra i capelli e dovrebbero ripetere il tutto ogni volta ad ogni paziente). Altre sono reperibili con un poco di pazienza in Rete, e per domande dirette c’e’ il forum qui, con Adolfo-Giobbe che non si e’ mai tirato indietro nello spiegare, chiarire, precisare.

L’intervista e’ interessante anche perche’ e’ possibile vedere all’opera, nei commenti alla stessa, l’homo cercopitecus, una specie di ominidi di rara stupidita’ che le scimmie assolderebbero al massimo come spidocchiatori. Qualche laureato in medicina e’ evidentemente meno dotato dei simpatici primati, visto che li assolda per contrastare sul piano scientifico uno dei maggiori scienziati italiani mai vissuti ed un suo degno erede.

I risultati sono ovviamente esilaranti.   (ndM)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: